Aksìa Group acquisisce Tubilux Pharma

Aziende | Redazione DottNet | 01/10/2020 16:14

L'operazione attraverso la partecipata COC Farmaceutici. Nasce il primo gruppo italiano per lo sviluppo e produzione di prodotti oftalmici per conto terzi

Aksìa Capital IV, fondo gestito da Aksìa Group SGR, annuncia l’acquisizione - attraverso la partecipata COC Farmaceutici - di Tubilux Pharma S.p.A., operatore di primario standing nello sviluppo e produzione per conto terzi di farmaci oftalmici. Con l’acquisizione di Tubilux, da sempre riconosciuta per le eccellenti capacità di ricerca e sviluppo, nasce il primo gruppo italiano per lo sviluppo e produzione di prodotti oftalmici per conto terzi. 

Tubilux Pharma, fondata nel 1941 a Pomezia (Roma) e guidata negli ultimi anni da Emidio Fedeli, è uno dei principali player italiani attivi nella ricerca, sviluppo e produzione per conto terzi ("CDMO") di prodotti farmaceutici oftalmici per aziende farmaceutiche internazionali. L’azienda ha un focus specifico nella ricerca e sviluppo dove opera con un team dedicato, composto da più di 20 persone che lavorano su diversi progetti per clienti europei e statunitensi. Le attività produttive sono svolte nello stabilimento di proprietà di circa 7.700 mq in conformità con le attuali Good Manufacturing Practices (GMP), autorizzato da AIFA (Agenzia Italiana del Farmaco) ed approvato da FDA (Food and Drug Administration). La società ha chiuso il 2019 con un fatturato superiore a 30 milioni di Euro.

COC Farmaceutici è un’azienda leader nella produzione e riempimento in conto terzi di dispositivi medici e prodotti farmaceutici principalmente per il mercato oftalmico, dal 1990 al servizio delle più importanti aziende farmaceutiche. La società ha un posizionamento competitivo unico nel proprio segmento, essendo tra le poche organizzazioni di Contract Manufacturing (CMO) in Europa specializzata in formati liquidi. Dopo l’ingresso nel 2016 del fondo Aksia Capital IV, il giro d’affari di COC Farmaceutici è cresciuto di oltre il 60% con ricavi passati da 26 a 42 milioni di Euro nel 2020. La società ha inoltre aumentato la propria capacità produttiva di oltre il 70%, grazie all’importante piano di investimenti avviato lo scorso anno che ha visto il rinnovo e l’ampliamento dei due stabilimenti produttivi di Sant'Agata Bolognese (in provincia di Bologna) e Rovereto sul Secchia (in provincia di Modena).

«Questa acquisizione - afferma Nicola Emanuele, Managing Partner di Aksìa Group - consente la creazione del primo gruppo leader di mercato in Italia e di un importante CDMO europeo nelle produzioni oftalmiche e di altri formati liquidi. Con tre stabilimenti produttivi, di cui due autorizzati da AIFA e uno approvato anche da FDA, 17 linee di produzione e oltre 500 dipendenti, il Gruppo sarà in grado di realizzare un fatturato che supera gli 80 milioni di Euro, consolidando ulteriormente il proprio posizionamento nel mercato di riferimento».

La guida del Gruppo sarà affidata all’Amministratore Delegato di COC Farmaceutici, Enrico Folchini che ha dichiarato: «Si tratta di una unione con un significativo vantaggio strategico e competitivo, per noi e per i nostri partner. L’integrazione industriale e commerciale delle due società consentirà al Gruppo di consolidare e sviluppare la propria presenza in Italia ed all’estero, per cogliere le promettenti opportunità di crescita internazionale».

Advisor:

Aksìa Group e COC Farmaceutici sono stati assistiti da Francesco Cartolano e Matteo Acerbi (Studio Legale Giliberti Triscornia e Associati) per gli aspetti legali, da Leo De Rosa, Andrea Bolletta e Luca Mainardi (Studio Legale Tributario Russo De Rosa Associati) per le tematiche fiscali, da Alberto Galliani e Alessandro Saporoso (KPMG) per gli aspetti finanziari e Quality Systems per gli aspetti GMP e regolatori. 

Tubilux è stata assistita dal consulente finanziario Strategic Finance Partners e da Pietro Cavasola (CMS Adonnino Ascoli & Cavasola Scamoni) per gli aspetti legali.

 

 

Ultime News