Vaccini, da FIMMG e Cittadinanzattiva appello per l’adesione dei cittadini

Sanità pubblica | Redazione DottNet | 22/10/2021 16:11

Scotti: «Abbassare la guardia sarebbe un grave errore». Mandorino: «Già presentata una richiesta di accesso civico alle Regioni per monitorare l’offerta dei vaccini antinfluenzali»

"È fondamentale riuscire a raggiungere un’alta adesione vaccinale, certamente contro il Covid, ma anche contro patologie pericolose e potenzialmente invalidanti, se non letali, come l’influenza, la polmonite o l’herpes zoster. Queste patologie si possono e si devono prevenire grazie ai vaccini, che sono sicuri ed efficaci. Abbassare la guardia sarebbe un grave errore". È questo l’appello che arriva con forza dal Segretario Generale di FIMMG Silvestro Scotti, di concerto con Anna Lisa Mandorino, segretaria generale di Cittadinanzattiva. È infatti una battaglia comune quella che FIMMG e Cittadinanzattiva portano avanti per trasferire una corretta informazione sull’efficacia e la sicurezza dei vaccini, ma anche per assicurare che su tutto il territorio le Regioni si adoperino per una programmazione efficace e adeguata a garantire quello che è un diritto di tutti i cittadini.

«L’obiettivo comune - ricorda Anna Lisa Mandorino - è quello di favorire una piena informazione e consapevolezza della popolazione sull’importanza dei vaccini ed incrementare in questo modo l’adesione alle campagne vaccinali in corso. Nello stesso tempo come Cittadinanzattiva abbiamo appena avviato, in continuità con lo scorso anno, una richiesta di accesso civico alle Regioni per avere informazioni specifiche su come stanno organizzando la campagna antinfluenzale (la richiesta riguarda i numeri di lotti vaccinali, le modalità di somministrazione, l’individuazione di ulteriori categorie target da ritenersi prioritarie), al fine di segnalare eventuali situazioni di difformità territoriali nell’accesso a questo importante strumento di prevenzione». Già nel periodo immediatamente successivo alla "prima ondata" Covid, FIMMG e Cittadinanzattiva hanno ideato e messo a punto un algoritmo per individuare i pazienti ai quali somministrare in via prioritaria il vaccino anti Covid; collaborazione che prosegue con decisione per incentivare l’adesione dei cittadini ai vaccini, a cominciare da quello antinfluenzale la cui campagna di somministrazione si è avviata nelle scorse settimane seppur in ordine sparso fra le Regioni.

«Per quanto il Covid abbia comprensibilmente preso la scena e catalizzato l’attenzione di tutti - prosegue Silvestro Scotti -, è importante far comprendere che la polmonite e l’influenza sono patologie dalle quali dobbiamo difenderci. Ancor più oggi, è essenziale evitare un sovraccarico del nostro Sistema sanitario».  Oltre ad un deciso appello ai cittadini, il richiamo di FIMMG e Cittadinanzattiva è anche alle Regioni affinché garantiscano il diritto alla vaccinazione con programmazioni adeguate e tempestive. Per questo Cittadinanzattiva, di concerto con FIMMG, proseguirà nella sua attività di monitoraggio e di corretta informazione.

 

Ultime News