Pneumologi: risorse del Pnrr anche per la salute respiratoria

Pneumologia | Redazione DottNet | 11/11/2021 13:33

Carone (Aipo), dopo la pandemia siamo più consapevoli del nostro ruolo

La pandemia ha riportato il tema della salute al centro dell’attenzione politica: ecco perché sarà fondamentale impiegare al meglio le risorse del Pnrr con l’obiettivo di un miglioramento della salute respiratoria. Se ne è parlato nel corso della sessione ‘Pnrr e nuova sanità: prossimità, rete ospedaliera, rapporto con la medicina generale’, al il XXII Congresso Nazionale della Pneumologia Italiana a Milano al Mico.

Mauro Carone, presidente eletto Aipo, ha sottolineato che “dalla pandemia è emersa una nuova pneumologia, consapevole del proprio ruolo, sempre più orientata alla razionalità piuttosto che all’empirismo. Vi è una forte necessità di passare dall’approccio tradizionale dell’indagine clinica a un maggiore contributo alla medicina di precisione”. Secondo Pasqualino Rossi della Direzione Generale della Prevenzione Sanitaria del Ministero della Salute, “abbiamo realizzato progetti importanti volti a valutare gli effetti a breve termine dell’inquinamento atmosferico nelle città italiane, tra cui le correlazioni fra temperature e inquinanti al Nord, Centro e Sud Italia”. Rossi ha poi parlato del progetto Rias, la Rete Italiana Ambiente e Salute. “Si tratta dell’integrazione istituzionale, formazione e valutazione di impatto ambientale e sanitario, con l'obiettivo di superare la settorialità dei processi valutativi e formativi e la frammentarietà delle discipline che concorrono a delineare il tema complesso del rapporto salute e ambiente. E’ importante integrare i dati sanitari e quelli ambientali. La messa in rete dei sistemi di prevenzione con istituti come Arpa e strutture che monitorano gli indicatori del benessere ambientale”.

Per Luca Richeldi (nella foto), direttore Uoc Pneumologia alla Fondazione Policlinico Universitario Agostino Gemelli Irccs e ordinario di Malattie dell’Apparato Respiratorio all’Università Cattolica del Sacro Cuore, “abbiamo di fronte un’opportunità unica. Le società scientifiche AIpo e Sip hanno il dovere di collaborare con le istituzioni affinché il tema della salute ritorni a essere al centro delle scelte politiche”. E ancora: “Il Pnrr ci fornisce le risorse economiche starà a noi utilizzarle in maniera adeguata riconoscendo le giuste priorità di investimento che possono avere impatto sulla salute respiratoria”

Ultime News