Canali Minisiti ECM

Covid, tempi incubazione sempre più brevi: 3,42 giorni

Infettivologia Redazione DottNet | 22/08/2022 18:12

Il periodo di incubazione medio è risultato di 5 giorni per i casi causati dalla variante Alfa, 4,50 giorni per la variante Beta, 4,41 giorni per la variante Delta, infine 3,42 giorni per la variante Omicron

 Da alfa a omicron il tempo di incubazione delle nuove varianti si è andato via via riducendo: lo rivela uno studio pubblicato sulla rivista Jama Network Open e condotto fa Min Liu, dell'Università Peking di Pechino e da Wannian Liang, della Tsinghua University di Pechino. Lo studio si è basato su una revisione di dati pubblicati tra dicembre 2019 e febbraio 2022. Sono stati inclusi 142 studi con 8112 pazienti in totale. I periodi di incubazione della malattia causata dalle varianti Alpha, Beta, Delta e Omicron sono stati riportati in uno studio (con 6374 pazienti), 6 studi (con 2368 pazienti), 5 studi (con 829 pazienti), rispettivamente e numerosi altri lavori più piccoli. Il periodo di incubazione medio del COVID-19 è risultato di 5 giorni per i casi causati dalla variante Alfa, 4,50 giorni per la variante Beta, 4,41 giorni per la variante Delta, infine 3,42 giorni per la variante Omicron.

pubblicità

L'incubazione media è stata di 7,43 giorni tra i pazienti più anziani (cioè di età superiore ai 60 anni), 8,82 giorni tra i bambini (di età pari o inferiore a 18 anni), 6,99 giorni tra i pazienti con malattia non grave e 6,69 giorni tra i pazienti con malattia grave. I risultati di questo studio confermano che il SARS-CoV-2 si è evoluto e mutato continuamente producendo varianti con trasmissione e virulenza diverse.  L'analisi è importante perché l'identificazione del periodo di incubazione delle diverse varianti è un fattore chiave per determinare il periodo di isolamento necessario a limitare la diffusione del virus.

Commenti

I Correlati

La disponibilità della PREP, il trattamento antiretrovirale per tutte le persone con HIV sono già una realtà consolidata nella Capitale; l’ulteriore espansione di esperienze community based potrebbe diffondere il test precoce

Il 30 giugno cesserà l'obbligo di indossare la mascherina per i lavoratori, utenti e visitatori delle strutture sanitarie all'interno dei reparti che ospitano pazienti fragili, anziani o immunodepressi

Ciccozzi: "Con la sua capacità di causare focolai significativi tra gli uccelli e il potenziale di trasmissione agli esseri umani, richiede una vigilanza costante e un'efficace risposta coordinata"

Diagnosticato all'Irccs di Negrar, la paziente ha viaggiato di recente nella regione tropicale caraibica. Cos'è, trasmissione e sintomi del virus

Ti potrebbero interessare

Il rischio di trasmissione del virus ormai è prossimo allo zero

La disponibilità della PREP, il trattamento antiretrovirale per tutte le persone con HIV sono già una realtà consolidata nella Capitale; l’ulteriore espansione di esperienze community based potrebbe diffondere il test precoce

Il 30 giugno cesserà l'obbligo di indossare la mascherina per i lavoratori, utenti e visitatori delle strutture sanitarie all'interno dei reparti che ospitano pazienti fragili, anziani o immunodepressi

Ciccozzi: "Con la sua capacità di causare focolai significativi tra gli uccelli e il potenziale di trasmissione agli esseri umani, richiede una vigilanza costante e un'efficace risposta coordinata"

Ultime News

Parere favorevole dalla Corte dei Conti ferma restando la necessità di una puntuale verifica in concreto della compatibilità normativa delle attività svolte nell’ambito dell’incarico assegnato

In Brasile, Gb,Usa. Per diabete e obesità ma usato per dimagrire

Studi Mnesys,obiettivo svelare meccanismi inediti delle malattie

Nuove prospettive per i pazienti, convegno organizzato da AbbVie