Canali Minisiti ECM

Cosmesi in farmacia, mercato in crescita. Sale la fiducia

Farmacia Redazione DottNet | 22/03/2023 16:31

Torna il segno più sul mercato del cosmetico in farmacia secondo la consueta Indagine congiunturale del Centro studi di Cosmetica Italia, l’associazione delle aziende di settore

Nei primi sei mesi del 2014, infatti, il canale fa registrare una crescita a valori del 2%, che dovrebbe poi assestarsi per la fine dell’anno sul +1,5% per un giro d’affari complessivo attorno ai 1.800 milioni di euro. «Per la farmacia» è la valutazione che arriva dall’Indagine «è in corso una razionalizzazione della domanda» che comunque conferma «la fiducia dei consumatori verso i livelli di specializzazione e la cura dei servizi accessori» garantiti dal canale.

pubblicità

Stessa crescita a valori – il 2% circa – dovrebbe metterla a segno sull’anno il comparto nel suo insieme, che a dicembre dovrebbe toccare i 9.400 milioni di fatturato. Merito in gran parte delle esportazioni (che a fine 2014 dovrebbero registrare una crescita del 7%), perché il mercato interno continua a risentire della sofferenza dei cosiddetti «canali professionali» della cosmetica: i saloni di acconciatura calano nel primo semestre del 4%, i centri estetici del 3,8%, le profumerie del 3%. In contrazione anche la gdo (-1,8% nei primi sei mesi, ma per la fine dell’anno dovrebbe recuperare e chiudere con valori invariati), mentre le erboristerie conservano il segno più ma vedono rallentare il trend di crescita (+1,8% nel primo semestre, +2% a fine anno per un mercato di oltre 410 milioni di euro). «Pur in presenza di molte incertezze» è il commento di Fabio Rossello, presidente di Cosmetica Italia «il settore cosmetico italiano conferma la sua natura anelastica rispetto ai trend negativi, anzi ne incorpora le criticità e reagisce con competitività: lo testimoniano il costante ricorso all’investimento in innovazione e ricerca e l’ampliamento della capacità produttiva, a conferma della maturità imprenditoriale del settore».

Commenti

I Correlati

L'indagine ha sottolineato la mancanza di analgesici e antidolorifici (nel 15% dei casi), antibiotici e antivirali (7%), ma anche medicinali per disturbi muscolo-scheletrici per i problemi a carico del sistema immunitario e cardiovascolare

“L’esigenza scaturita dalla pandemia di rafforzare la prossimità, di cui i farmacisti rappresentano il primo punto di accesso sul territorio non può prescindere dalla semplificazione della nostra attività quotidiana"

Unionfood, farmacia primo canale di vendita, con i probiotici

Il provvedimento per garantire una fornitura di farmaci sufficiente a rispondere alle esigenze di cura sull’intero territorio nazionale

Ti potrebbero interessare

“L’esigenza scaturita dalla pandemia di rafforzare la prossimità, di cui i farmacisti rappresentano il primo punto di accesso sul territorio non può prescindere dalla semplificazione della nostra attività quotidiana"

Unionfood, farmacia primo canale di vendita, con i probiotici

"Nostra lotta per la tutela della legalità. Il 27/09 manifestazione in piazza"

Bellon: L’obiettivo è passare dalla fase di sperimentazione a quella dell’erogazione di servizi integrati e convenzionati all’interno della rete sanitaria regionale

Ultime News

La Corte Costituzionale con sentenza n.130 depositata il 23 giugno 2023 aveva dichiarato anticostituzionale il differimento e la rateizzazione del TFR e del TFS dei dipendenti pubblici in quanto contrasta con il principio della giusta retribuzione

Quasi 2 anni in più liberi dalla progressione della malattia

L'indagine ha sottolineato la mancanza di analgesici e antidolorifici (nel 15% dei casi), antibiotici e antivirali (7%), ma anche medicinali per disturbi muscolo-scheletrici per i problemi a carico del sistema immunitario e cardiovascolare

Cresce quella privata con forti differenze tra fasce popolazione