I social media in campo contro gli effetti avversi dei farmaci

Afiancodelcoraggio | Redazione DottNet | 21/12/2018 11:49

Trenta agenzie del farmaco si sono unite per sensibilizzare sui rischi

 Al via terza la campagna internazionale sulla segnalazione di sospette reazione avverse ai farmaci, all'insegna dell'hashtag #MedSafetyWeek. Sono oltre 30 le agenzie del farmaco in tutto il mondo che, dal 19 al 23 novembre, sostengono la campagna social volta a sensibilizzare pazienti e operatori sanitari sull'importanza della segnalazione delle sospette reazioni avverse ai medicinali. L'iniziativa, promossa dalla rete dei capi agenzia del farmaco (Heads of Medicines Agencies), è supportata dall'Uppsala Monitoring Centre dell'Organizzazione Mondiale della Sanità.  Tutti i medicinali hanno un profilo beneficio/rischio positivo, ma il loro utilizzo può in alcuni casi comportare effetti indesiderati. La farmacovigilanza, si occupa di monitorarli e registrarli per far sì che siano sempre meno.

Per questo, ricorda l'Agenzia Italiana del Farmaco (Aifa) sul suo portale, "è importante che i pazienti siano sempre informati sui potenziali rischi associati all'uso dei farmaci, su come riconoscerli e riportarli alle autorità competenti". Segnalare sempre le sospette reazioni avverse contribuisce, infatti, a rendere i farmaci più sicuri. "Si tratta, - precisa Aifa - di un patrimonio di informazioni preziose che consentono alle agenzie regolatorie di garantire che i benefici dei medicinali siano sempre superiori ai loro possibili rischi, a vantaggio non solo del singolo paziente 'segnalatore', ma di tutta la collettività".  La settimana di sensibilizzazione è nata nel 2016 e punta sui social media. Il focus di quest'anno è su bambini e donne in gravidanza, in coincidenza con la Giornata Mondiale dell'Infanzia che si celebra in tutto il mondo oggi 20 novembre

Ultime News