DiaDay, solo 4 diabetici su dieci rispettano la terapia

Diabetologia | Redazione DottNet | 04/12/2019 13:56

Lo rivela il monitoraggio dell'aderenza alla terapia effettuato in oltre 5.500 farmacie su 16.700 diabetici, dall'11 al 16 novembre

Solo 4 delle persone con diabete su 10 assumono correttamente i farmaci. Mentre il 63% non rispetta correttamente la terapia prescritta dal medico: in particolare il 25% non la segue affatto, mentre il restante 38% la segue in maniera discontinua. Questo il preoccupante dato che emerge dal monitoraggio dell'aderenza alla terapia effettuato in oltre 5.500 farmacie su 16.700 diabetici, dall'11 al 16 novembre in occasione del DiaDay 2019.  In particolare, dai dati presentati a Roma, emerge che non ci sono grandi differenze tra donne e uomini. I pazienti più 'diligenti' sono gli ultra74, ma anche tra loro il 60% non segue correttamente la terapia. Tra coloro a cui è stata prescritta l'insulina, solo il 35% lo fa come dovrebbe, mentre appena il 40% monitora la glicemia con la frequenza consigliata dal medico. Inoltre, ad avere percentuali di aderenza bassissime, sono anche i diabetici di tipo 1, ovvero coloro che presentano una forma più grave della condizione: solo il 33% segue correttamente la terapia.

"Dopo due edizioni del DiaDay focalizzate sulla ricerca di persone che non sapevano di essere diabetiche o a rischio, nelle quali la farmacia ha dimostrato il suo ruolo nell'attività di screening e prevenzione, quest'anno ci siamo occupati del monitoraggio del paziente cronico, cercando di valutare il grado di aderenza alla terapia prescritta dal medico", afferma il vicepresidente di Federfarma Vittorio Contarina, coordinatore dell'iniziativa. Quello che è emerso, prosegue, "sono dati allarmanti: un'aderenza così scarsa comporta conseguenze gravissime per la salute, oltre che enormi costi per il Servizio Sanitario Nazionale, perché aumenta le complicanze e la necessità di terapie aggiuntive e ricoveri". Il DiaDay, commenta il presidente di Federfarma Marco Cossolo, "si inserisce nell'evoluzione che sta trasformando la farmacia da luogo di erogazione del farmaco a luogo in cui si dispensa salute. Insieme al farmaco, il farmacista fornisce una serie di consigli per la sua corretta assunzione e per massimizzare l'efficacia della cura con stili di vita adeguati". Il DiaDay è un appuntamento importante, conclude segretario di Federfarma Roberto Tobia, "soprattutto in questo momento che vede ai nastri di partenza la realizzazione della farmacia dei servizi, grazie all'approvazione delle linee guida".

Ultime News