Bene il test sul nuovo vaccino contro la febbre tifoide

Infettivologia | Redazione DottNet | 06/12/2019 16:03

Sperimentato su 20mila bimbi, ora applicazione su larga scala. Efficacia sopra all'81%

Il test sul campo di un nuovo vaccino per la febbre tifoide, una malattia che fa più di 116mila morti nel mondo ogni anno, ha dato ottimi risultati con una protezione superiore all'81% dall'infezione. Lo affermano i ricercatori del Typhoid Vaccine Acceleration Consortium, che hanno riportato l'analisi dei dati sul New England Journal of Medicine. Lo studio è stato condotto in Nepal, dove la malattia è endemica, su 20mila bambini tra i 9 mesi e i 16 anni, a cui è stato dato il nuovo vaccino o in alternativa quello contro il meningococco A. Nel primo gruppo ci sono stati 7 casi di febbre tifoide, mentre nel secondo 38, con un'efficacia corrispondente superiore all'81%. "L'efficacia di questi risultati in una popolazione endemica - spiega Kathleen Neuzil, direttore del consorzio - dimostra che l'uso del vaccino può ridurre la malattia e salvare vite in popolazione che non hanno accesso ad acqua pulita e servizi igienici". Ogni anno nel mondo ci sono quasi 11 milioni di casi di febbre tifoide, che è causata dal batterio Salmonella Typhi.  L'efficacia del vaccino è risultata così alta che in Pakistan, altro paese endemico, è iniziata una vaccinazione di massa su più di 9,4 milioni di bambini

 

fonte: New England Journal of Medicine

Ultime News