Batteri nelle vie respiratorie dei bimbi potrebbero favorire l'asma

Pneumologia | Redazione DottNet | 31/12/2019 19:18

Lo rende noto una notizia resa nota sulla rivista Nature Communications e frutto dello studio di scienziati della Università di Copenaghen

Scoperti nelle vie respiratorie superiori di bebè alcuni batteri che potrebbero predisporre i bambini all'asma. È quanto suggerisce una notizia resa nota sulla rivista Nature Communications e frutto dello studio di scienziati della Università di Copenaghen. Gli esperti hanno studiato il microbiota delle vie respiratorie superiori di 700 bambini (con campioni prelevati a una settimana, un mese e tre mesi dalla nascita). Successivamente, i bambini sono stati monitorati per lo sviluppo dell'asma attraverso visite periodiche durante i primi sei anni di vita. Gli esperti hanno scoperto che i bambini che sviluppano l'asma a sei anni, nella prima infanzia tendevano ad avere una percentuale maggiore di batteri Veillonella e Prevotella rispetto ai bambini che non si ammalano negli anni.

Oltre a Veillonella e Prevotella, altri batteri che sembrano essere correlati allo sviluppo di asma a sei anni sono Gemella, Streptococcus e Lactobacillus. Questi batteri sono anche associati a un aumento di specifiche molecole che favoriscono l'infiammazione nelle vie respiratorie.  Lo studio non è di per sé sufficiente a stabilire una relazione di causa ed effetto tra microbiota delle vie aeree e asma. Rimane inoltre da capire il modo in cui il microbiota delle vie aeree potrebbe contribuire allo sviluppo della malattia.  Se studi futuri dimostreranno che specifici batteri possono scatenare l'asma, terapie tempestive volte a manipolare la composizione del microbiota delle vie aeree in via di sviluppo potrebbero aiutare a prevenire lo sviluppo della malattia nei bambini.

 

fonte: Nature Communications

Ultime News