Nuove raccomandazioni dal Ministero per prevenire errori nelle trasfusioni

Ministero della Salute | Redazione DottNet | 10/01/2020 19:05

Un evento avverso su 5 dovuto a reazione da incompatibilità AB0

La trasfusione di sangue può salvare la vita, ma richiede la massima attenzione nel definire il gruppo sanguigno delle persone interessate. La reazione da incompatibilità AB0, infatti, riguarda un evento avverso su cinque nel processo trasfusionale ed è sempre dovuta ad un errore umano. Per ridurre la probabilità che si verifichi tale evento il Ministero della Salute rende nota una nuova versione aggiornata delle Raccomandazioni in materia.   "Il documento - spiega il ministero - sottolinea come la reazione trasfusionale da incompatibilità AB0 può rappresentare un evento drammatico ed è sempre dovuta ad errore che può intervenire in momenti diversi del percorso". Dai sistemi di emovigilanza attivi in alcuni Paesi risulta che circa il 55% di tutti gli eventi avversi gravi sono il risultato di un errore umano e le reazioni avverse dovute ad errori trasfusionali rappresentano circa il 78% di tutti gli eventi avversi e, tra queste, circa il 20% sono reazioni trasfusionali da incompatibilità AB0. "L'assenza o la mancata applicazione di procedure specifiche rappresenta un importante fattore di rischio che può determinare il verificarsi dell'evento durante una delle fasi del processo trasfusionale, dal prelievo del campione per la determinazione del gruppo sanguigno del ricevente fino alla trasfusione degli emocomponenti". La Raccomandazione suggerisce che "ciascuna organizzazione sanitaria effettui una dettagliata valutazione di tutte le tappe del processo trasfusionale al fine di identificare i punti critici e la messa in atto di misure di controllo contribuendo ad un miglioramento del sistema e ad una più elevata sicurezza trasfusionale".

Ultime News