Canali Minisiti ECM

Nessun rischio di gravidanze complesse con la sclerosi multipla

Neurologia Redazione DottNet | 05/02/2021 19:33

Lo rivela uno studio pubblicato su Neurology Clinical Practice, una rivista dell'Accademia americana di neurologia

Le donne affette da sclerosi multipla potrebbero non essere a più alto rischio di complicanze di gravidanza rispetto alle donne che non hanno la stessa malattia.   E' quanto si legge in uno studio pubblicato su Neurology Clinical Practice, una rivista dell'Accademia americana di neurologia. Lo studio ha però rilevato che i bambini nati da madri con sclerosi multipla hanno avuto una maggiore probabilità di essere partoriti con taglio cesareo o parto indotto, e in genere sono risultati più piccoli per la loro età rispetto agli altri.    "Le donne con sclerosi multipla possono essere comprensibilmente preoccupate per i rischi della gravidanza", ha detto Melinda Magyari, autrice principale dello studio seguito dall'Università di Copenaghen.   "Sebbene ricerche precedenti abbiano dimostrato che non esiste un rischio maggiore di difetti alla nascita per i bambini nati da donne con sclerosi multipla, ci sono ancora molte incognite sulla gravidanza e la malattia - aggiunge - Abbiamo scoperto che nel complesso le loro gravidanze erano sane quanto quelle delle mamme senza sclerosi".   Lo studio ha coinvolto 2.930 donne in gravidanza con sclerosi e 56.958 donne, sempre in gravidanza, ma che non la avevano. Tutte loro hanno partorito tra il 1997 e il 2016. Non sono state riscontrate differenze nel rischio di preeclampsia, diabete gestazionale, complicanze della placenta, cesareo di emergenza, parto strumentale, feto morto, parto pretermine, malformazioni congenite.   I ricercatori hanno scoperto che le donne con sclerosi multipla avevano l'89% di probabilità in più di avere un cesareo elettivo e il 15% in più di probabilità di avere un parto indotto. Inoltre, avevano il 29% di probabilità in più di avere bambini nati piccoli per la loro età gestazionale rispetto alle donne senza sclerosi.

pubblicità

fonte: Neurology Clinical Practice

Commenti

I Correlati

Per casi medio-lievi, rallenterebbe il declino cognitivo del 35%

Lo suggerisce uno studio pubblicato su Plos Mental Health che ha esaminato 12 ricerche precedenti

È il risultato di un team della Queen Mary University of London reso noto su Nature Mental Health

Oltre 700 specialisti in branche neurologiche al Congresso Nazionale LICE a Roma per discutere di innovazioni scientifiche nel campo dell’Epilessia

Ti potrebbero interessare

È il risultato di un team della Queen Mary University of London reso noto su Nature Mental Health

Oltre 700 specialisti in branche neurologiche al Congresso Nazionale LICE a Roma per discutere di innovazioni scientifiche nel campo dell’Epilessia

A Napoli un focus sulla medicina di precisione nel campo della neurologia cognitiva e comportamentale

I risultati dello studio condotto dai centri clinici NeMO

Ultime News

Aggiornato il simulatore, per la vecchiaia 67 anni fino al 2028

Il taglio si farà sentire per chi lascerà il lavoro dal gennaio 2025 grazie al meccanismo che adegua i criteri di calcolo dell’assegno ogni biennio sulla base delle aspettative di vita

L'équipe guidata da Antonio Bozzani, direttore della Chirurgia Vascolare del San Matteo, è la prima ad aver contribuito con l'arruolamento di due pazienti, entrambi pavesi di 72 e 85 anni

"Alcune norme rispondono parzialmente alle nostre richieste, altre sono da emendare"