Studio Gb, i test antigenici funzionano meglio del previsto

Infettivologia | Redazione DottNet | 14/10/2021 13:31

Lo certificano i risultati di uno studio aggiornato realizzato da un team di ricercatori della University College London (Ucl)

I cosiddetti lateral flow test (Lft), i test antigenici fai da te molto utilizzati nel Regno Unito come in altri Paesi per aiutare il servizio sanitario a tracciare la diffusione dei contagi da Covid, si stanno rivelando assai più affidabili del previsto sui risultati e utilissimi nel monitoraggio della pandemia. Lo certificano i risultati di uno studio aggiornato realizzato da un team di ricercatori della prestigiosa University College London (Ucl). Sulla base di una nuova formula di calcolo, gli studiosi britannici hanno riscontrato un livello di accuratezza dei risultati pari a oltre l'80% in qualunque caso di contagio da Covid e di oltre il 90% nei casi di contagio con sintomi infettivi rilevanti. Si tratta di dati che devono spingere la generalità della popolazione a fidarsi e a prendere sul serio le indicazioni di questi test, "isolandosi laddove l'esito sia positivo", ha sottolineato alla Bbc la professoressa Irene Petersen, di Ucl, coordinatrice di questa ricerca, anche se i protocolli governativi del Regno impongono comunque la successiva controprova di un test Pcr (ossia di un tampone molecolare). Petersen ha del resto notato che lo studio conferma come circa un terzo dei contagi censiti faccia riferimento a persone asintomatiche: le quali, pur senza avere alcun disturbo, possono comunque infettare gli altri per diversi giorni. 

Ultime News