Il javascript risulta disabilitato nel browser.
Per una corretta navigazione abilita il javascript nel browser
e aggiorna la pagina.
Per eventuali informazioni puo contattare il numero 800.014.863
oppure può scrivere una mail all'indirizzo redazione@merqurio.it

Come cambiano le pensioni Enpam ad agosto e settembre

Previdenza | Redazione DottNet | 14/08/2022 18:37

L’Ente ha eseguito le operazioni di conguaglio d’imposta sulla base dei risultati contabili contenuti nei modelli 730/4, elaborati dai CAF/professionisti abilitati, ovvero elaborati direttamente dal contribuente

Estate calda per i pensionati Enpam come di consueto interessati da importanti operazioni di conguaglio fiscale. Nello specifico, con le pensioni in pagamento ad agosto e settembre 2022, la Fondazione ENPAM - in ottemperanza all'art. 32 del D.L. n. 50/2022 e sulla base dei dati acquisiti dal Casellario INPS - ha provveduto a corrispondere l'indennità una tantum pari ad euro 200,00 (il cosiddetto Bonus Draghi) a tutti i percipienti residenti in Italia, con reddito personale, per l'anno 2021, non superiore ad euro 35.000, che non lo avevano ricevuto a luglio. L'ENPAM ha effettuato l'accertamento dei requisiti reddituali sulla base dei dati in proprio possesso al momento dell'erogazione. L'indennità in questione potrebbe essere soggetta ad una successiva verifica dei requisiti reddituali così come previsto dalla legge. 

Sempre ad agosto e settembre, l’Ente ha eseguito le operazioni di conguaglio d’imposta sulla base dei risultati contabili contenuti nei modelli 730/4, elaborati dai CAF/professionisti abilitati, ovvero elaborati direttamente dal contribuente (c.d. 730 precompilato) in occasione della denuncia dei redditi. Quindi ha attivato i debiti ed i crediti risultanti dalle denunce sulle posizioni dei pensionati che hanno scelto l’Enpam per questa operazione.

Infine, in quegli stessi mesi, l’ENPAM, in veste di sostituto d’imposta, ha eseguito le operazioni di conguaglio IRPEF previste dalla legge nei confronti dei titolari di più trattamenti pensionistici. E’ stata quindi applicata la nuova aliquota fiscale comunicata dal Casellario Centrale dei pensionati parametrata all’imponibile complessivo pensionistico dell’anno 2022. Per i debiti più importanti, al fine di evitare azzeramenti o decurtazioni troppo significative delle pensioni, l’importo aggiuntivo da versare al fisco è stato rateizzato.

Questi i dati relativi ai diversi interventi compiuti sulle pensioni erogate nei mesi di agosto e settembre 2022. 

AGOSTO 2022

Operazione di ricalcolo d’imposta derivante dai dati trasmessi dal Casellario INPS (art.8 D. Lgs. n.314/97); n. 94.285 posizioni elaborate di cui:

  • n. 8.188 rateizzati; il debito IRPEF è stato suddiviso in 7 rate da agosto a febbraio 2023 con relativa nota messa a disposizione all’interno dell’area riservata;

Modelli 730/4

  • n. 5.708 modelli 730/4 elaborati sulla base dei dati contabili acquisiti dall’A.E.;

Indennità pari ad euro 200 (D.L. n. 50/2022)

  • n. 245 posizioni liquidate comunicate dall’INPS con verifica interna dei requisiti reddituali.

SETTEMBRE 2022

Operazione di ricalcolo d’imposta delle doppie pensioni ENPAM eseguita sulla base dei dati trasmessi dal Casellario INPS (art.8 D. Lgs. n.314/97); n. 1.658 posizioni elaborate di cui:

  • n. 122 rateizzati; il debito IRPEF è stato suddiviso in 6 rate da settembre a febbraio 2023 con relativa nota messa a disposizione all’interno dell’area riservata;

Modelli 730/4

  • n. 2.443 modelli 730/4 elaborati sulla base dei dati contabili acquisiti dall’A.E.;

Indennità pari ad euro 200 (D.L. n. 50/2022)

  • n. 378 posizioni liquidate comunicate dall’INPS con verifica interna dei requisiti reddituali.

 

Ultime News