Canali Minisiti ECM

Fiaso: nasce la rete degli ospedali sentinella per il Covid

Sanità pubblica Redazione DottNet | 12/11/2021 19:39

Sono undici strutture in tutta Italia per monitorare l’andamento dei ricoveri

Una rete di undici ospedali per monitorare l’andamento dei ricoveri Covid e anticipare soluzioni organizzative per la gestione della pandemia. Nasce il network degli ospedali sentinella della Federazione italiana aziende sanitarie e ospedaliere, che sarà coordinato dall’Inmi Spallanzani di Roma.
 
Ad aderire alla rete di monitoraggio e analisi costituita da Fiaso ci sono strutture in tutta Italia: al Nord partecipano l’Asst Spedali Civili di Brescia, la Asl città di Torino, l’Irccs Ospedale Policlinico San Martino di Genova, l’Azienda sanitaria Friuli Occidentale; per il Centro Italia hanno aderito l’Irccs Policlinico S. Orsola – Malpighi di Bologna, l’Inmi Spallanzani di Roma, la Asl Roma 6, gli Ospedali Riuniti di Ancona, l’Azienda ospedaliera Santa Maria di Terni; al Sud ci sono il Policlinico di Bari e l’Azienda ospedaliera dei Colli Monaldi – Cotugno di Napoli.
 
“Vogliamo seguire l’andamento della pandemia, in particolare delle ospedalizzazioni, attraverso un monitoraggio puntuale su un campione di ospedali sentinella in grado di segnalare i trend dei ricoveri e di suggerire soluzioni organizzative in anticipo rispetto al virus – spiega il Presidente Fiaso, Giovanni Migliore –. A oggi negli 11 ospedali individuati stiamo monitorando 475 pazienti positivi al Sars-Cov-2. Di questi è nei reparti di Terapia intensiva il 12%. Abbiamo registrato nell’ultima settimana un aumento dei ricoveri che ci preoccupa ma che siamo preparati a gestire riorganizzando le strutture e gli ospedali in relazione ai numeri. Da un anno e mezzo ormai le aziende sanitarie e ospedaliere hanno sperimentato e validato modelli di assistenza multidisciplinari che si sono rivelati efficaci ed esperienze di organizzazione degli spazi e dei reparti elastiche e funzionali. La rete degli ospedali sentinella servirà anche a condividere le best practice per affrontare la quarta ondata senza dover interrompere le attività ospedaliere ordinarie”.

pubblicità

 “Uno strumento utile a comprendere come, soprattutto in questa fase, sia necessario andare oltre il mero dato numerico, contestualizzando i numeri alla complessità del quadro clinico e all’incidenza della vaccinazione sullo stato di salute: solo così il dato diventa capace di descrivere realmente lo stato esistente e ciò che è utile fare – spiega Francesco Vaia (nella foto), Direttore dello Spallanzani –. Ciò a cui dobbiamo puntare con decisione è uscire definitivamente dalla pandemia e tornare verso una normalità nuova: potremo riuscirvi solo se avremo fondato ogni nostro sforzo su una scienza libera da condizionamenti di ogni tipo, puntando dritti all’obiettivo”. Nel primo monitoraggio avviato dagli 11 ospedali sentinella Fiaso sono seguiti 475 pazienti di cui 59 in terapia intensiva. L’età media ponderata dei pazienti ospedalizzati è di 68 anni.

Commenti

I Correlati

Il taglio si farà sentire per chi lascerà il lavoro dal gennaio 2025 grazie al meccanismo che adegua i criteri di calcolo dell’assegno ogni biennio sulla base delle aspettative di vita

L'Italia ha mostrato un trend favorevole più pronunciato nelle fasce 0-20 anni, con una diminuzione di oltre il 5%, rappresentando il più rapido calo dei tassi di incidenza a livello globale

"Troppi cittadini devono muoversi per avere le migliori cure e affrontare costi notevoli"

"In merito alle dichiarazioni del sig. Butti, ci preme sottolineare che non ci risultano interlocuzioni avviate con noi e non siamo convinti che il Fascicolo Sanitario Elettronico e l'intelligenza artificiale rappresentino la soluzione"

Ti potrebbero interessare

L'équipe guidata da Antonio Bozzani, direttore della Chirurgia Vascolare del San Matteo, è la prima ad aver contribuito con l'arruolamento di due pazienti, entrambi pavesi di 72 e 85 anni

La Giornata sarà un’occasione speciale per illustrare i più recenti progressi della ricerca e per essere più vicini ai pazienti ematologici, adulti e bambini, attraverso attività di sensibilizzazione e informazione su tutto il territorio

L'Italia ha mostrato un trend favorevole più pronunciato nelle fasce 0-20 anni, con una diminuzione di oltre il 5%, rappresentando il più rapido calo dei tassi di incidenza a livello globale

Secondo uno studio di Boston Consulting Group (BCG) l'adozione dell'IA ha portato a un aumento delle molecole scoperte, con un incremento del 60% annuo negli ultimi dieci anni

Ultime News

Aggiornato il simulatore, per la vecchiaia 67 anni fino al 2028

Il taglio si farà sentire per chi lascerà il lavoro dal gennaio 2025 grazie al meccanismo che adegua i criteri di calcolo dell’assegno ogni biennio sulla base delle aspettative di vita

L'équipe guidata da Antonio Bozzani, direttore della Chirurgia Vascolare del San Matteo, è la prima ad aver contribuito con l'arruolamento di due pazienti, entrambi pavesi di 72 e 85 anni

"Alcune norme rispondono parzialmente alle nostre richieste, altre sono da emendare"