Canali Minisiti ECM

Cefalea cronica, stanziati 5 milioni a Regioni per 2023-2024

Sanità pubblica Redazione DottNet | 23/03/2023 14:11

Destinati a progetti per sperimentare nuove cure

L'Organizzazione Mondiale della sanità classifica l'emicrania al secondo posto fra tutte le malattie che causano disabilità, una condizione sempre più diffusa anche in Italia. Per ovviare a questo quadro critico la Conferenza Stato-Regioni ha trovato un'intesa per grazie alla quale saranno erogati 5 milioni di euro per l'anno 2023 e per l'anno 2024. I finanziamenti, informano le Regioni, serviranno a realizzare i progetti biennali presentanti dalle Regioni finalizzati a sperimentare metodi innovativi di presa in carico delle persone affette da cefalea primaria cronica. Le quote saranno erogate mediante l'utilizzo delle risorse destinate alla realizzazione degli obiettivi del Piano sanitario nazionale. Le risorse assegnate alle Regioni sono ripartite sulla base della popolazione residente con i dati aggiornati al gennaio 2022.

pubblicità

Commenti

I Correlati

Nuove prospettive per i pazienti, convegno organizzato da AbbVie

Oggi l'Italia è divisa in due, con 11 Regioni promosse, 6 rimandate, 4 bocciate. Cure insufficienti per 26 milioni di cittadini

Fra i concetti chiave la necessità di integrazione del dato della misurazione parametrica della glicemia con il profilo clinico e la storia clinico-terapeutica di ogni singolo paziente

Nel bilancio delle attività 2023: 141 progetti, di cui 31 europei e 110 nazionali; 835 pubblicazioni con un impact factor complessivo di 7916,00; 764 studi clinici attivi per un totale di 516.623 pazienti coinvolti

Ti potrebbero interessare

Oggi l'Italia è divisa in due, con 11 Regioni promosse, 6 rimandate, 4 bocciate. Cure insufficienti per 26 milioni di cittadini

Coro unanime dai sindacati: Di Silverio (Anaao): "è la fine dell'indivisibilità dei diritti civili e sociali". Onotri (Smi): "la sanità dipenderà dalla capacità fiscale delle Regioni". Cartabellotta (Gimbe): "Frattura Nord-Sud"

Il Rapporto State of Global Air, pubblicato da Health Effects Institute e realizzato con Unicef. Bambini al di sotto dei 5 anni sono particolarmente vulnerabili

Lancet Public Health, sale il rischio patogeni prima assenti

Ultime News

Parere favorevole dalla Corte dei Conti ferma restando la necessità di una puntuale verifica in concreto della compatibilità normativa delle attività svolte nell’ambito dell’incarico assegnato

In Brasile, Gb,Usa. Per diabete e obesità ma usato per dimagrire

Studi Mnesys,obiettivo svelare meccanismi inediti delle malattie

Nuove prospettive per i pazienti, convegno organizzato da AbbVie