Regole precise e rigide sul sonno sono utili fino a 18 anni

Medicina Interna | Redazione DottNet | 03/01/2020 11:52

Dormire a sufficienza durante l'adolescenza è vitale per lo sviluppo mentale e fisico

Non solo ai più piccoli: ritmi regolari e corretti del sonno fanno bene anche ai ragazzi più grandi, fino ai 18 anni. Per questo i genitori dovrebbero stabilire una corretta routine, non trascurando l'ora in cui si va a letto, l'utilizzo dei dispositivi elettronici e l'assunzione di caffeina tardi nel corso della giornata. Il consiglio arriva da uno studio della Rochester University a New York, pubblicato sulla rivista Sleep. Dormire a sufficienza durante l'adolescenza è vitale per lo sviluppo mentale e fisico, eppure mano mano che i ragazzi diventano indipendenti, dotati di smartphone e giochi per computer, restano svegli fino a notte fonda in quella che gli esperti chiamano "un'epidemia di sonno insufficiente". E la maggior parte dei genitori man mano che i figli crescono rinuncia a dire loro quando andare a letto o a limitare l'uso di device elettronici la sera.

Per lo studio sono stati analizzati 193 adolescenti, dai 14 ai 17 anni, e le loro mamme e i papà per sette notti, scoprendo che non era stato stabilito alcun limite specifico per il momento in cui andare a dormire nel 74% delle notti prese in esame. Un terzo dei genitori ha affermato di non aver applicato regole relative all'uso dello schermi di pc, tablet e smartphone prima del riposo notturno e il 48% non aveva fissato dei paletti sul consumo serale di caffeina. Le famiglie che hanno stabilito le regole per andare a dormire hanno visto però i loro figli trarne beneficio.   Il 16 per cento dei genitori che hanno fatto rispettare il momento di andare a letto più spesso hanno visto i ragazzi dormire per una media di 6 minuti in più ogni notte. Anche questo miglioramento minimo significava che avevano più energia durante il giorno e un tono migliore dell'umore.

 

fonte: Sleep

Ultime News