Un buon sonno riduce il rischio di fratture e strappi muscolari

Medicina Interna | Redazione DottNet | 21/02/2020 21:58

L'indagine è basata sui dati di 7.576 uomini e donne dell'esercito americano

Gli adulti sani che dormono almeno otto ore a notte hanno meno probabilità di subire lesioni legate all'esercizio fisico, come fratture, distorsioni e stiramenti muscolari. A indicare un altro beneficio di un buon sonno è uno studio pubblicato sulla rivista Sleep Health.  L'indagine è basata sui dati di 7.576 uomini e donne dell'esercito americano. Nel corso dello studio durato un anno, oltre la metà delle persone ha dichiarato di aver subito almeno una lesione muscolo-scheletrica, dalla distorsione di una caviglia a una lesione dei legamenti del ginocchio. Rispetto alle persone che hanno dormivano 8 o più ore di sonno ogni notte, chi ne dormiva 7 aveva il 24% in più di probabilità di subire una lesione muscolo-scheletrica. Il rischio aumentava man mano che il sonno diminuiva. Coloro che non dormivano più di 4 o 5 ore avevano una probabilità più che doppia di segnalare una lesione muscolo-scheletrica rispetto a quelli che dormivano 8 ore o più. "Adeguate quantità di sonno, non solo hanno dimostrato di migliorare le prestazioni fisiche e la salute generale dell'organismo, ma ora possono anche avere un impatto positivo sulla prevenzione di fratture e lesioni", ha affermato il coautore dello studio Tyson Grier, del Centro di salute pubblica dell'esercito americano ad Aberdeen Proving Ground, nel Maryland. Il probabile motivo, per i ricercatori, è che un sonno insufficiente comporta a una riduzione della prontezza e dell'attenzione che aumenta la probabilità di farsi male.

 

fonte: Sleep Health

Ultime News