Canali Minisiti ECM

Tra gli effetti del Long Covid anche una terza forma di diabete

Infettivologia Redazione DottNet | 18/10/2022 12:03

Lo studio è stato presentato al XXI Congresso della Società italiana di metabolismo, diabete e obesità (Simdo) a Taormina

Tra gli effetti del Long Covid c'è anche il Diabecovid, ovvero un nuovo tipo di diabete che si sviluppa a seguito di infezione da Covid-19. Lo studio che conferma la connessione tra le due malattie è stato presentato al XXI Congresso della Società italiana di metabolismo, diabete e obesità (Simdo) a Taormina, presieduto dal dottore Vincenzo Provenzano. 

Fino ad oggi, del diabete mellito, erano conosciute la forma 1, insulinodipendente, e la forma 2, spesso legata all'obesità e, una volta diagnosticate, non si poteva guarire. In seguito alla pandemia da Covid-19, è emersa una terza forma di diabete, una vera e propria patologia da Long Covid, che può manifestarsi anche dopo mesi dalla contrazione del virus. Il diabete si caratterizza per essere una malattia cronica, ma il cosiddetto Diabecovid, se preso in tempo, può essere curato fino alla remissione. Questa nuova forma incide in maniera importante sul quadro nazionale della malattia, e cioè del 18% in più (10% uomini e 8% donne), rispetto all'8% di persone che già in Italia hanno il diabete. Quindi, i nuovi casi si aggiungono ai 4 milioni già accertati, al milione di persone che hanno il diabete e non lo sanno, e ai 3 milioni di soggetti in pre-diabete.

pubblicità

"Si crea allora un'emergenza di carattere sociale - ha affermato Vincenzo Provenzano, primario di Diabetologia all'ospedale Civico di Partinico, direttore dello stesso centro Covid e presidente di Simdo - sia per i numeri sia per le complicanze, come difficoltà ad avere figli, cecità, dialisi, amputazione degli arti inferiori". "L'allarme che stiamo lanciando, anche attraverso il XXI Congresso Simdo - ha concluso Provenzano - è di attenzionare queste nuove forme di diabete, ai soggetti che hanno avuto il Covid anche in maniera paucisintomatica, esortandoli a verificare la glicemia, in presenza di sintomi come stanchezza, inappetenza, calo ponderale, svogliatezza, per intervenire quanto prima perché, l'unico lato positivo di queste forme di diabete post Covid, o Diabecovid, è che, se curate in maniera massiccia e tempestiva, riescono a regredire andando in remissione".

Commenti

I Correlati

Esperti, organizzazione e comunicazione per aumentare coperture

Messo a punto dall'Unità di Bioemergenze diretto da Gismondo

Andreoni: “Siamo di fronte a un picco estivo dei casi Covid che certamente era inatteso perché di fatto avevamo visto un progressivo scemare dei contagi. Ma proprio la nuova sottovariante, la KP.3, sta determinando questo rialzo"

Mancano all'appello oltre 14 milioni di bambini

Ti potrebbero interessare

Esperti, organizzazione e comunicazione per aumentare coperture

Messo a punto dall'Unità di Bioemergenze diretto da Gismondo

Andreoni: “Siamo di fronte a un picco estivo dei casi Covid che certamente era inatteso perché di fatto avevamo visto un progressivo scemare dei contagi. Ma proprio la nuova sottovariante, la KP.3, sta determinando questo rialzo"

Mancano all'appello oltre 14 milioni di bambini

Ultime News

Sono state segnalate neoplasie secondarie maligne originate da cellule T, incluse neoplasie maligne positive al recettore dell’antigene chimerico (CAR)

Coghe: "Un progetto che nasce dall'idea del professor Gavino Faa, incaricato dall'Aou di Cagliari di occuparsi della stesura di un sistema di digital patology da sviluppare all'interno dell'azienda"

I risultati di un’indagine e la premiazione di uno studio, riportano l’attenzione agli effetti collaterali, uno degli aspetti a cui la radioterapia viene erroneamente associata

Realizzato senza oneri per le finanze dell’Ente perché realizzato grazie ad un bando Europeo nell’ambito dei fondi PNRR per la digitalizzazione