Professione
Professione
Canali Minisiti ECM

Migliore (Fiaso): impensabile dare oggi ai medici gli stipendi di venti anni fa

Professione Redazione DottNet | 13/04/2023 15:33

"L'Ssn deve prepararsi a un'altra criticità, quella legata all'aumento del costo dei servizi e delle materie prime dovuto all'inflazione"

"Siamo riusciti, grazie al contributo di tutti, a superare due anni difficilissimi", dice Giovanni Migliore, presidente di Fiaso (Federazione Italiana Aziende Sanitarie e Ospedaliere)  "Oggi il problema che abbiamo riguarda il personale. Dobbiamo rendere attrattivo il nostro Servizio sanitario nazionale. Altrimenti rischiamo di investire risorse pubbliche per formare professionisti che poi non contribuiscono al nostro Snn, ma trovano più convenienti altre situazioni lavorative. Anche per quanto riguarda la remunerazione, dobbiamo dirlo francamente", sottolinea.

"Ci vogliono degli interventi precisi, misurati, dobbiamo ripartire dal nostro personale. Noi oggi abbiamo la stessa possibilità di pagare il nostro personale che avevamo vent'anni fa. Anche se è evidente che le esigenze sono cambiate", prosegue Migliore, ribadendo la necessità di eliminare il tetto di spesa per il personale. Per poi spiegare come non sia solo una questione di risorse e investimenti, ma anche di avere "un rapporto diverso con i nostri professionisti".

pubblicità

Secondo il presidente di Fiaso, il Ssn deve prepararsi a un'altra criticità, quella legata all'aumento del costo dei servizi e delle materie prime dovuto all'inflazione. E infine, in futuro va ripensata la stessa azione degli ospedali, in particolare con riguardo al pronto soccorso: "I due terzi delle persone che arrivano al pronto soccorso sono persone, spesso anziani, che potrebbero trovare risposta altrove. Chiaramente non dobbiamo prendercela con loro, ma dobbiamo creare una nuova azione attorno agli ospedale, coinvolgendo anche i servizi sociali. Perché spesso la sanità offre un servizio sociale".

Commenti

I Correlati

Costituiscono oltre il 60 per cento del territorio nazionale: 4.000 comuni con 13 milioni di abitanti, il 22,7 per cento della popolazione italiana, spesso carenti e distanti dai servizi essenziali, a partire da quelli sanitari

L’Inps con la Circolare n. 69 del 29 maggio 2024, ha fornito tutte le indicazioni per l’applicazione del nuovo istituto del riscatto di periodi non coperti da contribuzione, reintrodotto nell’ordinamento dalla Legge 30 dicembre 2023, n. 213

Consegnati nel complesso dell’Università Federico II i diplomi agli studenti della prima edizione dell’Academy italiana del Pharma finanziata con oltre 2 milioni di euro dal Centro Nazionale di Ricerca

I controlli sulle Asl restino alle Regioni ma che in caso di inadempienze si attivi il potere sostitutivo dello Stato. Smi: superare il tetto di spesa sul personale medico

Ti potrebbero interessare

"In piazza per la messa in discussione del ruolo della professione e la perdita del potere d’acquisto degli stipendi che il Censis ha quantificato in -6,1% in sette anni, tra il 2015 e il 2022"

Di Silverio: “L’aumento del 5,78% atteso nel prossimo CCNL è lontanissimo dall’indice inflattivo calcolato per lo stesso triennio, pari a 15,4%, come riconosciuto dallo stesso Presidente Aran"

Con un’età media di oltre 50 anni e circa 10.000 professionisti in uscita nei prossimi 10 anni, il settore si prepara a un importante ricambio generazionale

Gli incarichi non possano avere durata superiore ai dodici mesi e possono essere disposti solo in favore di operatori economici che si avvalgono di personale medico ed infermieristico in possesso dei requisiti di professionalità prescritti